Linee pastorali 2018/2019 (bozza di lavoro) CALENDARIO

 

       I. Linee principali

 

1.    Privilegiare la famiglia
a.     “Famiglie alle famiglie” –incontro mensile: bar aperto; tematiche matrimoniali, educative, familiari. Invitare nuove famiglie.
b.     Corso prematrimoniale.
c.     Organizzare un incontro per ex-allievi del corso prematrimoniale.
d.     Catechesi battesimale. 
d.     Incontri sull’educazione dei figli: incontri mensili (domenicali)per i genitori del catechismo.
e.     Gruppo “Amicizia” e “Parola e Vita”: coinvolgere i due gruppi nel partecipare nelle attività comunitarie: per esempio “Gioca con Noi”, festa della mamma, ecc.

 

2.    Dare importanza ai giovani
a.     Continuare con il “Gruppo giovani”.
b.     Inserimento dei cresimati nelle attività del “Gruppo giovani”.
c.     Dare vita al progetto “Piccolo Oratorio”: lo spazio (sala) per i giovani/bambini, serate cinema, grigliate, tempo libero, ecc.
d.    Gite e uscite per i giovani: Aschaffenburg, ecc.
e.     Sport giovanile: rifondare la squadra di calcio, tavolo di ping-pong, tornare all’idea dei tornei intercomunitari.
f.      Gruppo di ballo: oltre il programma già realizzato proporre anche balli tradizionali delle regioni.
g.      “Gemellaggi” con altre parrocchie o missioni.

 

3.  Andare fuori (in periferia): aprirsi, superare i confini, evangelizzare. 
a.    Il Consiglio Pastorale studi  le modalità per un futuro impegno comunitario di evangelizzazione.
b.    Proporre un nuovo progetto di animazione missionaria: impegnarsi ad aiutare un’opera missionaria, invitare i missionari, fondare un piccolo gruppo di animazione missionaria.
c.     Consiglio Pastorale studi e proponga una nuova formula di animazione dell’impegno caritatevole della comunità.
d.     Visite agli ammalati in casa o negli ospedali (se si è  informati e richiesti).
e.     Celebrazione della S. Messa domenicale a Bingen  (ogni 1a domenica del mese ore   15.00) e a Nackenheim (ogni 3a domenica del mese ore 16.30). 
f.     Reliquie Giovanni Paolo II, s. Faustina – da portare in parrocchia.  
g.         Via Crucis del Venerdì Santo.

 

4.   Curare la catechesi
a.    Catechesi di iniziazione cristiana (bambini, giovani, adulti).
b.         Formazione dei catechisti e ministri straordinari dell'Eucaristia.
c.     Sostenere la catechesi post-cresima degli adulti
d.     Procurare nuovi sussidi e materiale didattico, revisione delle sale, riparazioni. 
d.     Riprendere catechesi liturgica domenicale.
e.     Domenica mattina: organizzare colazione all’italiana al bar della Missione. 

II. Linee pastorali complementari 

 

5.    Anziani e ammalati
a.     Continuare l’attività del “Gruppo 3a età”.
b.     Riprendere il progetto "Piattaforma delle generazioni": pomeriggio per gli anziani e giovani con Bar, giochi, film, ricamo, cucina.
c.      Visita agli anziani in casa o in ospizio: laici - visita, sacerdote - confessione, ministro straordinario - comunione.

 

6.     Comunicazione
a.     Spirito di famiglia in Missione.
b.     Avvisi: continuare con il foglietto, sito, Facebook, limitare all’essenziale la forma verbale di domenica.
c.     Calendari: annuale, mensile, locali – disponibili anche sul sito.
d.     “Ruota”. Un numero all'anno. Promuovere la collaborazione e distribuzione.
e.     Sito e Facebook. Attivare la collaborazione per arricchire l'informazione.

 

7.    Preghiera: adorazione e per le vocazioni
a.     Preghiere per le vocazioni.
b.     Adorazione eucaristica del 1.  giovedì del mese.
c.     Invitare in comunità seminaristi, suore. missionari.
d.     Rifondare il legame con il seminario.

 

8.     Cura dell’ambiente
a.     Rifare ambienti delle cucine e del bar: fare la richiesta in curia.
b.    Lasciare i locali in ordine dopo l'uso.

 

9.     Cultura italiana
a.     Filodrammatica: un teatro amatoriale.
b.     Serate di cultura italiana in collaborazione con l’ Accademia
       Italiana di Mainz.  

 

10. Maggiore attenzione ai nuovi arrivati
a. organizzare i corsi di tedesco
b. migliorare accoglienza: dare vita al "comitato d'accoglienza"

 

11. Pellegrinaggi
a.     Le mete tradizionali: Medjugorie, Fatima, Lourdes – con esplicite informazioni in parrocchia (Avvisi, locandine, ecc.).
b.     Altri pellegrinaggi: fatti secondo gli orientamenti pastorali della comunità, specialmente quelli di un giorno.